di Stefano Santangelo
Monografia

Anthony Rice nasce l'8 Giugno del 1951 a Danville, in Virginia. Circa due anni dopo, la famiglia si trasferisce a Los Angeles, in California. Le prime note musicali le ascolta da un disco 78 giri firmato Lester Flatt & Earl Scruggs, di proprietà del padre, nativo della North Carolina, amante di old time & bluegrass e musicista a tempo perso. Durante le scuole elementari impara a suonare la chitarra ed all'età di nove anni fa il primo debutto con un'apparizione al Town Hall Radio Show. Nello stesso programma si esibivano anche i Country Boys, in seguito Kentucky Colonels del sedicenne Clarence White. Saranno proprio lo stile innovativo di White, prematuramente scomparso, e la sua chitarra, una Martin D-28 del 1934 di cui Rice divenne proprietario, il punto focale della carriera del nostro musicista. Carriera che inizia nel modo più classico in una dilettantistica bluegrass band, gli Haphazards, costituita con i fratelli Larry, mandolino, Ronnie, contrabbasso, e l'aggiunta del giovane banjoista Andy Evans.

 

Nel 1965 la famiglia Rice si sposta ripetutamente tra Florida, Georgia, Texas e North Carolina. Sarà questo il periodo di maggior assorbimento musicale di Tony che, parallelamente all'attività con i fratelli, si avvicina alle forme jazz ascoltando principalmente il bassista Niels-Henning Orsted Pedersen, il pianista Oscar Peterson ed i chitarristi George Benson, Kenny Burrel, Django Reinhardt, Philipp Catherine e Joe Pass. Nel 1970 Tony si trasferisce a Reidsville, nel North Carolina, dove incontra i Bluegrass Alliance, di Sam Bush, diventandone membro effettivo. Un anno dopo J D. Crowe vuole Tony nei suoi mitici New South. Nel 1974 il primo disco a proprio nome, California Autumn (con Tom Gray - contrabbasso -, Mike Auldridge - dobro -, Larry Rice - mandolino -, Ben Eldridge - banjo -, Ricky Skaggs - violino, viola, mandolino e voce -, John Starling chitarra, voce -, J.D. Crowe - banjo -, Jerry Douglas - dobro), seguito nel 1976 da Tony Rice (con Richard Greene - violino -, Jerry Douglas - dobro -, David Grisman - mandolino, voce -, Larry Rice - mandolino, voce -, J.D. Crowe - banjo, voce -, Todd Phillips contrabbasso -, Darol Anger - violino): entrambi sulclassico’ con arrangiamenti curati e l'ottima calda voce ben in evidenza.

 

E' il 1977, anno importante per la scena musicale acustica americana. David Grisman si impone all'attenzione della critica specializzata con il disco David Grisman Quintet e conia il termine ‘Dawg Music’ per identificare la ‘sua’ musica composta da un misto di tradizione, jazz, fantasia e buon gusto. Della band, oltre a Grisman - mandolino - fanno parte: Darol Anger - violino -, Todd Phillips - mandolino -, Bill Amatneek - contrabbasso -, Tony Rice - chitarra -. Il futuro di quest'ultimo: attenti studi jazzistici, enorme conoscenza della tradizione, tecnica e pulizia invidiabili, ottimo gusto, feeling e rigogliosa vena compositiva: il tutto a portare come risultato uno dei migliori prodotti di New Acoustic Music.

Anno prolifico il 1979, dapprima Hot Dawg con il David Grisman Quintet (ospiti Mike Marshall Eddie Gomez, Lenny Lasher, Buell Neidlinger, Stephane Grappelli) poi Acoustics e Manzanita con il primo vero gruppo di Tony: The Tony Rice Unit. Degli ultimi due il primo contiene tutti brani firmati da Rice, ad eccezione di New Waltz composto in collaborazione con Mike Marshall, mentre il secondo, più tradizionalista, è arricchito da arrangiamenti originali.

 

Nel corso degli anni alla Unit hanno partecipato: Todd Philipps - contrabbasso -, Wyatt Rice - chitarra -, Richard Greene, Darol Anger, Fred Carpenter - violino -, David Grisman, Mike Marshall, John Reishman - mandolino -, Jerry Douglas - dobro -, Sam Bush, Ricky Skaqqs - violino, mandolino e voce -.

Colpo di scena: nel 1980 l'uscita di un album di old time music, stile ‘brother duets’ (chitarra, mandolino, voci) con il superlativo Ricky Skaggs. Sempre nel 1980 altro capovolgimento di fronte con l'album Mar West: questa volta è jazz puro. Tutti i brani, fatta esclusione per Nardis del grande Miles Davis, portano la firma di Rice che si conferma ancora una volta eccellente compositore.

Sulla stessa scia escono nel 1981 Still Inside e nell'82 Bacwaters a completare la rassegna degli album in cui Tony Rice mostra la sua originale miscela di New Acoustic Music che suole definire ‘spacegrass’.

 

Sempre nel 1981, parallelamente all'attività con la Unit, Tony è fondatore di quella inconfondibile band che inciderà nello stesso anno i Bluegrass Album Volume 1 e 2. Dal sound tradizionalmente frizzante sono della partita J.D. Crowe - banjo, voce -, Doyle Lawson - mandolino, voce -, Bobby Hicks - violino, voce -, Todd Phillips - contrabbasso -, Tony Rice - chitarra, voce solista. Inoltre, ancora nel magico 1981, esce un altro capolavoro insieme al Grisman Quintet, il mitico Mondo Mando.

 

Nel 1983 escono Church Street Blues (splendido gioiellino per sola voce e chitarra) e il terzo volume del Bluegrass Album, quel California Connection che vede il quintetto arricchirsi della presenza di Jerry Douglas.

1984: il genio sconvolge nuovamente la platea con Cold On The Shoulder, un'autentica perla della collezione di Tony Rice. Undici brani vocali per la maggior parte composti da autori contemporanei (Bob Dylan, Gordon Lightfoot, Rodney Crowell, Randy Newman. Jerry Reed) più qualche classico, il tutto condito dal tocco fine del nostro eroe.

E infine la produzione più recente: nel 1985 il quarto, e probabilmente ultimo, disco con la Bluegrass Album Band a concludere una gloriosa avventura nella rivitalizzazione del bluegrass tradizionale. E nel 1986 esce Me And My Guitar, probabilmente la definitiva consacrazione delle attuali scelte musicali di Tony.

 

 

Discografia:

 

-California Autumn, Rebel 1549

-Tony Rice, Rounder 0085

-Acoustic, Kaleidoscope F-10

-Manzanita, Rounder 0092

-Mar West, Rounder  0125

-Still Inside, Rounder 0150

-Backwaters, Rounder 0167

-Church Street Blues, Sugar Hill SH-3732

-Cold In The Shoulder, Rounder 0183

-Me And My Guitar, Rounder 0201

 

-Skaggs & Rice, Sugar Hill SH-3711

 

-Bluegrass Album Vol. 1, Rounder 0140

-Bluegrass Album Vol. 2, Rounder 0164

-Bluegrass Album Vol. 3, Rounder 0180

-Bluegrass Album Vol. 4, Rounder 0210

 

-David Grisman Quintet, Kaleidoscope F-5

-Hot Dawg, Horizon SP-731

-Mondo Mando, Warner Bros. BSK-36

Articolo pubblicato su Hi, Folks! n. 25, anno 1987


Torna indietro
parola:
dove:

cookies policy