di Pierangelo Valenti
Articolo (Artista)

Le Coon Creek Girls possono essere considerate come il prototipo della totale partecipazione della donna alla nascita ed allo sviluppo della musica tradizionale nordamericana incisa su disco o comunque in veste pubblica. Il gruppo, formato all’origine dalle sorelle Lily May e Rosie Ledford di Powell County (Kentucky), Esther ‘Violet’ Koehler (Indiana) e Evelyn ‘Daisey’ Lange (Ohio), riscosse un successo popolare pari, se non addirittura superiore, alle rivali Girls Of The Golden West (o Good Sisters, un duo con spiccate preferenze per le melodie di stampo country & western), in un periodo, la fine degli anni Trenta, in cui dominavano incontrastate le figure dei cowboys con chitarra, le armonie a due voci dei ‘fratelli’, il western swing.

Buona parte del merito va a Lily May Ledford (1917-1985), una vera forza della natura alle prese con clawhammer banjo (nel suo stile particolare già in rapida evoluzione) e fiddle, grazie ai quali perfino la sciatta ed inespressiva voce della Koehler passa in secondo piano.

Un eccezionale documento della Library Of Congress cattura la loro storica esibizione alla Casa Bianca al cospetto del presidente Roosevelt e dei reali inglesi in un medley di tre brani tradizionali ormai in chiave prebluegrass.

Articolo pubblicato su Suono n. , anno 2013


Torna indietro
Segnala la pagina
parola:
dove:

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy