Patsy Cline
Nato: 08 set 1932
Scomparso: 05 mar 1963
Stili
Nashville Sound
Traditional Country

PATSY CLINE

Patsy Cline è la più famosa cantante di musica country, la regina, e una delle pioniere di questo genere musicale. La sua breve vita tragicamente interrotta da un incidente aereo nei pressi di Camden in Tennessee ha contribuito a  fare di lei una leggenda, un baluardo di difesa delle donne che decidevano di intraprendere la carriera musicale in un ambiente prettamente maschile orientato verso schemi che ignoravano la presenza femminile sul palcoscenico.

Patsy Cline nasce a Winchester in Virginia con il nome di Virginia Patrterson Hensley in piena depressione. All’inizio della sua carriera deciderà poi di cambiare il suo nome in Patsy in onore di Patsy Montana, un’altra grande figura femminile degli anni ’30. La sua famiglia trasloca da una città all’altra della Virginia, fino a quando Jinny (così la chiamavano in famiglia) non raggiunge i 15 anni. A quell’età la ragazza  interrompe gli studi per aiutare la famiglia, che abbandonata dal padre, si trasferisce nella valle Shenandoah in cerca di condizioni di vita migliori.


In questo periodo Patsy Cline utilizza le sue doti musicali per sbarcare il lunario: mette su uno spettacolo da night club come Helen Morgan (una cantante degli anni ’20 a cui si è ispirata varie volte). Partecipa a vari concorsi musicali e lavora anche come commessa in un supermercato. Wally Fowler, che si esibisce regolarmente con il suo Oak Ridge Quartet nello show radiofonico di Roy Acuff la convince a tentare un’audizione al Grand Ole Opry.  Nonostante l’offerta di lavoro avanzata da Roy Acuff, i soldi non sono sufficienti per restare a Nashville così Patsy ritorna a Winchester. In quel periodo sposa Gerald Cline; il matrimonio però dura solo 3 anni. Negli anni ’50 Patsy Cline frequenta l’ambiente di Connie B. Gay a Washington D.C., forse il primo uomo a usare il termine country music sostituendolo a quello di hillybilly. Gay le riserva uno spazio nella sua TV regionale insieme a  Roy Clark e George Hamilton IV. Grazie a tutti questi importanti contatti Patsy Cline ottiene  il suo primo contatto presso la Four Stars Records nel 1954.


Il suo primo disco esce nel 1955 (A Church, A Courtroom And Then Goodbye). Bisogna però attendere il 1957 per  vedere il primo grande successo. Il 21 gennaio  Patsy appare in uno spettacolo della TV nazionale: 'The Arthur Godfrey’s Talent Scouts' cantando il brano Walkin After Midnight. La sua performance fa impazzire il pubblico e per tutto l’anno Patsy partecipa agli shows televisivi della CBS. La Decca Records, distributore dalla Four Stars, promuove il suo disco e dà così inizio alla sua carriera.


Nel settembre dello stesso anno si sposa con Charlie Dick. E’ una relazione tumultuosa e difficile, messa in risalto nel film del 1985 sulla vita della regina della musica country e interpretato da Jessica Lange.


Nel 1960 si trasferisce a Nashville e diventa membro del Grand Ole Opry. Incide poi il suo primo grande successo: I Fall To Pieces. Fanno seguito altre grandi canzoni: Sweet Dreams, She’s Got You, Faded Love, Leaving On Your Mind e l’indimenticabile Crazy scritta da Willie Nelson ed enfatizzata dal ‘crying style’ di Patsy.  Inoltre prende parte al Johnny Cash Shows nel gennaio del 1962 insieme ad altri grandi nomi quali George Jones, Carl Perkins, Barbara Mandrell. 10 anni dopo la sua morte è eletta nella Country Music Hall Of Fame e nel 1992 una compilation dei suoi successi ha venduto più di 4 milioni di copie. Una versione di Crazy del 1990 ha scalato la vetta delle classifiche pop inglesi e la maggior parte dei suoi lavori sono reperibili su CD. Il suo stile e sue inflessioni musicali vengono ancora considerate un punto di riferimento per molte cantanti di oggi, a più di 40 anni di distanza dalla sua scomparsa.

Tubino Gloria

Patsy Cline Story
di Gianni Saettone
Country Store n. 35, anno 1996
Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
Ernest Tubb Ernest Tubb
Eddy Arnold Eddy Arnold
John Prine John Prine

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy