In A Blizzard Of Blue
Artisti : Fabio Ragghianti   Luciano Federighi e Fabio's Fables  
Label: Splasc(h) HP17
Anno: 1989

Stile:
Alternative Country
di Roberto Caselli
Luciano Federighi & Fabio's Fables

Luciano Federighi è sicuramente più noto come critico musicale che come musicista, ciononostante ha al suo at­tivo una certa attività concertistica e re­centemente ha inciso il suo primo disco In A Blizzard Of Blue insieme al gruppo dei Fabio's Fables.

Il lavoro, vista la matrice culturale degli autori, è subito bene dirlo, non è uno dei tanti tentativi di riproporre il blues in modo perfettamente identico a quello del vecchio idolo di colore.

Per Federighi, autore di tutti i testi e, insieme a Fabio Ragghianti, anche delle musiche, il blues è certamente un grande amore da ri­visitare ma anche e soprattutto un modo intellettuale per filtrare attraverso di es­so una problematica esistenziale certa­mente comune, nella sua essenzialità, a quella dei bluesman storici, anche se supportata da una cultura ad essi ovviamente sconosciuta.


Federighi si occupa di critica e quindi ha dimestichezza con le parole: i testi scorrono lisci, ma hanno una complessità ignota alla tradi­zione nera; seguono le medesime tracce e sono costruiti con la stessa struttura, ma l'elaborazione è indubbiamente frutto di un'esperienza culturale filtrata da soli­de conoscenze.

E l'aspetto interessan­te sta proprio qui. I pezzi costruiti parla­no di problematiche relative ad una quoti­dianità attuale e il blues è un pretesto come un altro per poterne parlare, forse più vicino ad una certa sensibilità di fon­do, ma pur sempre un pretesto con un'i­dentità sociale molto lontana.

Se è lecito un paragone è come se alcuni testi di Dylan fossero stati adattati al blues: il malessere esistenziale che ne deriva si esplica con l'uso surreale e con costruzioni sintattiche colte.


La fotogra­fia di copertina, da questo punto di vista è emblematica e mostra l'autore mentre compone a tavolino con la sua macchina da scrivere: il sentimento non ha libero fluire, viene quasi prevaricato cultural­mente. La civiltà della carta, che sia da leggere o da scrivere, assume un valore superiore a quello delle parole dette o ascoltate.

E' la cultura che vuole il suo pedaggio, l'elaborazione deve passare, oltre a quello che si 'sente', anche attra­verso ciò che si è letto.

Dal punto di vista musicale tutto procede bene. I Fabio's Fables fanno da comprimari alla voce ro­busta, impostata, quasi da nero dell'au­tore dei testi. Un lavoro sicuramente interessante.


Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
Hogs On The Highway
Bad Livers
Hogs On The Highway
Balance The Light
Dropkick
Balance The Light
Pearl Snaps
Jason Boland & The Stragglers
Pearl Snaps

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy