Time
Artista : Michael Smith  
Label: Flying Fish FF 70613
Anno: 1994

Stile:
Singer Songwriter
di Francesco Caltagirone
Michael Smith

Ho la sensazione di avere fra le mani un capolavoro. E trovare parole adatte per descrivere in sintesi quanta gioia mi abbia procurato questo ascolto per me causa di viva preoccupazione. Michael Smith un poeta squisito dell'East Coast, scrive ballate di sconcertante bellezza cavate dal regno segreto della sua chitarra. Ha realizzato diversi album e la sua The Dutchman fu resa popolare dal compianto Steve Goodman. Potrebbe essere accostato al diafano e sconsolato universo di un Nick Drake, alla magica scrittura di un Allan Taylor o alle smagate finestre di malinconia dischiuse dai primi John Martin o Roy Harper. Ma saremmo ancora distanti dal vero.

Splendida, calda voce, ora disperata, ora dolentemente disillusa. Michael cesella storie di altissimo lirismo che delicatamente, mordono il cuore. Ferite senza rimedio. I 60 minuti del CD creano un'atmosfera sospesa e rarefatta di melodie inquietanti che mettono il sangue in scompiglio e alle quali fatale arrendersi. Il suo gusto, quasi sempre pi vicino alle penombre britanniche che alle solari introversioni dei cantastorie americani, si esplicita in corde sfiorate con struggente maestria e mille favolosi arpeggi.

Tutte le songs promanano indicibili incanti e non si cita che a caso. Accorata come una speranza tarpata Ballad Of Elizabeth Dark, di inarrivabile fulgore l'iniziale Time Is Moving In The Hallway, con quel senso di impotenza delle poesie di Prevert. O la stupenda Altoona Waltz suonata in punta di corde per colpire a morte. O Gracie impagabile e limpida serenata, trasparente come fumo azzurro. O i bagliori della dolcissima I Brought My Father With Me, il rapimento di We Become Birds, i sortilegi di Lady Susquehanna e Hawkins Falls. Da perderci la testa, inchiodati in stato di incondizionata resa.


Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
Entering Marion
John Forster
Entering Marion
Down The Deep Well
Hardin Burns
Down The Deep Well
Wave On Wave
Pat Green
Wave On Wave

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy