No Better Than This
Artista : John Mellencamp  
Label: Rounder 800166138426
Anno: 2010

Stili:
Singer Songwriter
Folk
di Remo Ricaldone
JOHN MELLENCAMP

Prosegue con intatto acume e forza interpretativa il percorso creativo di John Mellencamp che lo ha portato a proporsi come voce di grande impegno sociale nell’America di inizio millennio. Sono lontani i tempi in cui era a capo di una delle migliori rock’n’roll bands d’oltreoceano, guadagnandosi il plauso di critica e pubblico grazie ad un’onestà intellettuale che gli ha permesso di superare errori e mancanze. E proprio queste sue doti di sincerità e genuinità lo contraddistinguono in questa fase folk, sulle orme dei grandi troubadours del passato.

A pochi mesi di distanza dalla monumentale prospettiva ritratta nel box intitolato On The Rural Route 7609, ecco No Better Than This, tredici nuove canzoni prodotte ancora una volta da T Bone Burnett, in un nuovo affascinante viaggio negli anni di questa nuova Great Depression americana, e non solo. Il disco, inciso in tre location un po’ decentrate rispetto ai suoi luoghi naturali, Savannah, Georgia, Memphis e San Antonio, Texas, rispecchia appieno questa sua musicalità così vicina agli stilemi folk e tradizionali, apportando un contributo fondamentale per poter apprezzare un artista così profondamente legato ai valori democratici della società americana.

 

L’incisione volutamente low-fi, scarna e ruvida non fa che esaltare questi nuovi brani di John Mellencamp, in grande forma ispirativa, coadiuvato da una manciata di straordinari musicisti che danno un apporto basilare alla riuscita di No Better Than This. Andy York, Marc Ribot e lo stesso producer T Bone Burnett affascinano con le loro chitarre elettriche ed acustiche mentre la sezione ritmica, minimale ma efficace, è nelle mani del batterista Jay Bellerose e del bassista David Roe. Qua e là è poi interessante l’apporto strumentale di Miriam Sturm, violinista di talento. Le canzoni sarebbero da citare tutte tale è la coesione del materiale presente, ma una doverosa segnalazione la meritano Save Some Time To Dream, una lucida dichiarazione di intenti, A Graceful Fall, la title-track, Thinking About You, No One Cares About Me, Coming Down The Road, Each Day Of Sorrow e Clumsy Ol’ World tutte degne di figurare tra le migliori del songbook del musicista di Bloomington, Indiana.


Fonte: The Long Journey anno 2011
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
From Hell To Breakfast: A Taste Of Sugar Hill
A.A.V.V.
From Hell To Breakfast: A Taste Of Sugar Hill
Streetlamp Musician
Natalie Gelman
Streetlamp Musician
Old Crow Medicine Show
Old Crow Medicine Show
Old Crow Medicine Show

cookies policy