Windsor Blue
Artista : Dan Krikorian  
Label: Autoprodotto 
Anno: 2011

Stili:
Singer Songwriter
Country Folk
Alternative Country
di Remo Ricaldone
DAN KRIKORIAN

Tre dischi all’attivo e una progressiva ed evidente maturazione che lo porta ad affacciarsi con sicurezza sulla scena indie americana che vira verso un alternative country fortemente venato di folk e pop. Windsor Blue infatti è il miglior biglietto da visita per Dan Krikorian, musicista di Costa Mesa, California che, dopo l’esordio di Oxford Street, sbrigativo ma interessante e Colors And Chords, secondo lavoro certamente più variegato e brillante, coinvolge ed affascina con un terzo album dalle sonorità cangianti e ispirate e un songwriting certamente derivativo ma più palpabile e corposo. Merito anche di una cerchia di artisti molto bravi e di una produzione che lascia spazio alla personalità di Dan Krikorian, sottolineando armoniosamente la sua abilità melodica. Shawn Nourse alla batteria e il vocalist Paul Marshall provengono dai I See Hawks In L.A., uno dei segreti meglio custoditi della città degli angeli, Bob Boulding a chitarre, mandolino e banjo è membro degli Young Dubliners, Carl Byron è ottimo a tastiere e fisarmonica, Michael Starr è un polistrumentista dalle grandi capacità e contribuisce a far virare spesso il sound verso atmosfere roots grazie a fiddle, mandolino, banjo e national steel, Randy Querry al basso e Mike Teague alle chitarre sono i fedelissimi che seguono Dan Krikorian anche on the road.

Windsor Blue è un disco dai molteplici spunti, non segue una direttiva particolare e questo per alcuni può essere un difetto ma a mio parere questo essere in bilico tra varie sonorità lo rende appetibile a chi non è troppo legato ad un genere, a chi apprezza un po’ tutta la musica americana e non disdegna anche certo pop d’autore. Isabelle, introdotta da una pregevole pedal steel, Wait, fresca e rigenerante, Maggie, altrettanto piacevole e godibile, Goodbye Waltz, un country waltz delizioso giocato in punta di dita, la cristallina melodia di California, gli arpeggi chitarristici e i contrappunti di piano di Castle Walls e Summer Dress tutto country e nostalgia sono momenti che si imprimono nella mente, lasciando un gradevole e dolce retrogusto.


Fonte: The Long Journey anno 2011
Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
Songs From Woody's Pen
Sammy Walker
Songs From Woody's Pen
People Never Seem To Amaze Me
Sven Curth
People Never Seem To Amaze Me
Live At Morning Star
Idlewheel
Live At Morning Star

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy