Carpenter & May
Artista : Carpenter & May  
Label: Violin Shop VSR-003
Anno: 2011

Stili:
Folk
Country Acustico
Bluegrass Moderno
di Remo Ricaldone
CARPENTER & MAY

Fred Carpenter e Tim May possono essere nomi sconosciuti ma hanno un passato ricchissimo di esperienze in ambito country, folk e bluegrass. Fred Carpenter dai primi anni ottanta ha fatto parte della Tony Rice Unit incidendo due dischi in tre anni, poi, per altri tre è stato membro dei Dillards e di seguito della Hot Band di Emmylou Harris. Dopo queste esperienze è stato in tour con stars come Ronnie Milsap, George Strait, Suzy Bogguss, Ricky Van Shelton, Paul Overstreet e Barbara Mandrell, continuando a dedicarsi alla carriera solista e alla passione per il violino.

Tim May è stato per almeno un ventennio chitarrista e session man nell’area di Nashville, suonando con Patty Loveless, John Cowan e Eddie Rabbitt con cui è stato in tour, collaboratore della rivista Flatpicking Guitar Magazine e membro della bluegrass band Crucial Smith con la quale ha inciso un paio di dischi.

 

Dal 2008 Carpenter e May hanno unito le loro forze dando vita ad un duo particolarmente eclettico e duttile dal punto di vista delle influenze, svariando dal bluegrass alle influenze celtiche, dal jazz delle origini al folk. Carpenter & May è il perfetto quadro della loro proposta, dodici brani in cui il punto di unione è l’estrema perizia strumentale, la purezza degli arrangiamenti e l’approccio vivo e propositivo. Ad unire il fiddle di Fred Carpenter e la chitarra acustica di Tim May c’è il contrabbasso di Charlie Chadwick, eccellente e sempre puntuale.

Si apre con una cover sorprendente ma azzeccata della beatlesiana We Can Work It Out per poi proseguire con la celeberrima Cherokee Shuffle, le atmosfere irish di Isle Of Inishmore – Aire/Dance With Me e la personale versione di If You’re Ever In Oklahoma di JJ Cale. Quattro brani e quattro diverse influenze. Il resto è abbastanza noto come provenienza, da Lady Be Good di George e Ira Gershwin a Blue And Lonesome di Bill Monroe, da Miss The Mississippi a Whiskey Before Breakfast, tutte proposte con grande grazia e talento.

Disco piacevolissimo e consigliato anche ai non addetti ai lavori.


Fonte: The Long Journey anno 2012
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
A Song Of Home
James Galway, Jay Ungar & Molly Mason
A Song Of Home
Sad Song Junkie
Dan Baker
Sad Song Junkie
Live! At Last
Dry Branch Fire Squad
Live! At Last

cookies policy