Red
Artista : Red Wine  
Label: Autoprodotto RW007
Anno: 2012

Stile:
Bluegrass Moderno
di Stefano Santangelo
Red Wine

Nuovo episodio della discografia di questa storica band italianissima ma ormai da anni con fama consolidata sia in Europa che soprattutto negli USA. Una nuova line up che vede i duo capisaldi storici e nonni della formazione, cioè Martino Coppo al mandolino e voce solista, Silvio Ferretti al banjo e cori, più Marco Ferretti figlio d’arte alla chitarra e la new entry Lucas Bellotti al basso elettrico e voce cori.

Iniziano le danze con un infuocato intro di mandolino per Cabin On Lonely Hill a cui fa seguito Tangled Roots con ospite Annie Staninec al fiddle. Someday You Will, di cui anche la versione video su Youtube, è un omaggio alla cantautrice americana Liz Meyer, da poco scomparsa, artefice dell’EBMA e Ewob Festival in Olanda, dove da anni si era trasferita stabile creando famiglia, e punto cardine del panorama bluegrass europeo. Letters Have No Arms a firma Ernest Thubb & Arbie Gibson, precede l’unico brano originale del lavoro, a firma Silvio Ferretti, Grannie’s Blues con ospite niente meno che il guru del melodic banjo five strings Tony Trischka. You’re No Longer A Sweetheart Of Mine precede un Mamma Mia Medley con i ordine di apparizione bluegrassate i classici That’s Amore, Buonasera Signorina, Malafemmena e Oi Marì. Medley d’effetto e da navigati mestieranti come è giusto sia, che ben si vende all’estero, bravi. Si prosegue con Red Red Wine più country e con la batteria di Davide Zazza Zaloffi, Let’s Go Of My Heart, For No One di Paul McCartney, Fiddle And Bow, A Different Kind Of Dream per chiudere con Southern Streamline di John Fogerty.

 

Alle armonie vocali ospiti ci sono Ilaria Oliese, Andrea Lilite e Roberto Vigo, al dobro Josh Swift e Daniele Bovo al violoncello. Ottima la registrazione e molto bella la copertina con la scritta 'red' in bianco su sfondo rosso, efficace ed elegante.

Disco che ben si colloca sul mercato bluegrass e che sicuramente avrà gran succeso negli USA dove i nostri compaesani ben figurano con i mostri sacri con cui dividono i palchi dei vari festival. CD da avere senza se e senza ma.


Fonte: The Long Journey anno 2013
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
Down The Road To Home
Connie & Babe And Backwoods Boys
Down The Road To Home
Beyond The City
Cox Family
Beyond The City
The Storm
Liz Meyer
The Storm

cookies policy