Memento
Artista : Richard Lindgren  
Label: Rootsy.Nu REKO 903
Anno: 2015

Stile:
Singer Songwriter
di Remo Ricaldone
Richard Lindgren

Tra i migliori esponenti della ‘new wave’ dei cantautori provenienti dalla Scandinavia, lo svedese Richard Lindgren ha saputo raccogliere le tante ispirazioni in un insieme di folk, rock e blues dal taglio personale e profondamente intelligente. Bob Dylan, Johnny Cash, Townes Van Zandt e talvolta Tom Waits sono i punti di riferimento e di partenza per queste quattordici canzoni che danno un quadro estremamente esaustivo della poetica di Richard Lindgren, un album assemblato in maniera pregevole tra outtakes e rarità che suonano veri e intriganti quanto un disco concepito per l’occasione.

Si evince da queste tracce quanto Mr. Lindgren affondi la propria arte nella più genuina musica americana, dandone una lettura credibile e personale, priva di ogni qualsivoglia retorica e sempre ricca di pathos e di cuore.

Se partiamo dalle cinque covers inserite in questo Memento possiamo sgombrare il campo da ogni dubbio riguardo le intenzioni del songwriter svedese che mostra nella lettura del capolavoro di Bob Dylan Blind Willie McTell, nel classico I’m So Lonesome I Could Cry di Hank Williams, nella Famous Blue Raincoat di Leonard Cohen, nella White Freightliner Blues di Townes Van Zandt e in Tom Traubert’s Blues di Tom Waits, tutta la sua forza interpretativa e la sua grande personalità. Tutte e cinque brillano di luce propria e fungono da spina dorsale e da ispirazione per il resto del disco. Non da meno sono le composizioni originali, da One Step Behind che ha il sapore del Dylan della svolta elettrica degli anni sessanta alle ‘waitsianeFive Pints And A Wink From Gwendolyn e la pianistica Aberdeen, piccoli capolavori di equilibrio e di arte poetica, fino alle venature country e folk di David Reynold’s Last Ride e alle suggestioni di Drinking Down Sorrow, ancora una volta con il primo Tom Waits nel cuore e con piano e sax che attraversano una melodia struggente.

Memento gioca le proprie carte con sapienza ed estrema bravura, crescendo di ascolto in ascolto e coinvolgendo l’ascoltatore in un viaggio di notevole fascino.


Fonte: The Long Journey anno 2015
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
The Early Years, 1975-79
Patricia Hardin & Tom Russell
The Early Years, 1975-79
Damon Bramblett
Damon Bramblett
Damon Bramblett
Live At The Black Sheep
Greg Brown, Pete Heitzman, Garnet Rogers, Karen Savoca
Live At The Black Sheep

cookies policy