Tears For 2
Artista : Shoebox Letters  
Label: Autoprodotto 
Anno: 2017

Stili:
Roots Rock
Alternative Country
di Remo Ricaldone
Shoebox Letters

Più volte ci siamo soffermati su questa band che proviene da Portland, Oregon, che, attivissima e sempre ispirata, porta avanti un discorso fatto di recupero di suoni country-rock (debitrice inevitabilmente di quello che fu fatto, un po’ più a sud, in California, nel corso degli anni sessanta e settanta) e di pop dalle radici fermamente legate al Golden State.

I Shoebox Letters sono la creatura di Dennis Winslow, vero ‘deus ex machina’ di un combo in cui si sono alternate negli anni figure che ciclicamente tornano a collaborare con il leader dando la sensazione di una cerchia di amici che si ritrova per perseguire un sogno comune.

Fresca e brillante, instancabile e divertente, la parabola degli Shoebox Letters si arricchisce di un nuovo capitolo intitolato Tears For 2, dove si incontra il fascino pop dei Fleetwood Mac (nella loro versione americana, si intende) e le armonie vocali e lo scintillio strumentale dei Poco, certe melodie del Tom Petty più rilassato e il sound di un Chris Isaak ammaliato dai suoni roots, il tutto in un contenitore in cui si omaggia una west coast disimpegnata ma comunque attraente e ricca di charme.

Complicato quindi fare una graduatoria di merito delle dieci composizioni, tutte con lo zampino di Dennis Winslow nella firma, che formano l’album, ununicum’ fatto di passione e dedizione, da gustare senza difficoltà. Done Drinkin, Wreck On The Bridge (decisamentepettyana’), Come Out Of Darkness, Alone Not Lonely, Nothing Happens Here e Crystal Ball sono comunque canzoni eccellenti da ricordare anche in un repertorio sempre più corposo e senza cadute di tono o di stile come quello di Dennis Winslow e soci.

Tears For 2 è da bersi come un corroborante bicchiere di acqua fresca e pura.


Fonte: The Long Journey anno 2017
Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
Woman's Work
West Coast Pinups
Woman's Work
Someone’s Son
Lucky Bones
Someone’s Son
It Had To Happen
James McMurtry
It Had To Happen

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy