It Only Hurts When I Laugh
Artista : Jann Browne  
Label: Curb D2-77451
Anno: 1991

Stili:
New Country
New Traditionalist
Traditional Country
di Silvio Ferretti
JANN BROWNE

Secondo album Curb per la biondissima ‘miniatura’ della country music. Chi ha avuto l’accortezza di notarla al suo precedente Tell Me Why saprà già che la ragazza ha grinta da vendere, con una voce che ricorda molte grandi caposcuola, da Dolly Parton a Emmylou Harris (in particolare) e Reba McEntire, e un gusto non da poco nello scegliere (o farsi scegliere) gli arrangiamenti.

It Only Hurts When I Laugh è almeno bello quanto il precedente album, con diversi pezzi soffusi di un’amarezza un po’ ironica, altri grintosi con finezza, altri ancora soffici ed intimi, costantemente interpretati  e arrangiati nel modo ideale. I patiti del lato strumentale possono cominciare a strabuzzare occhi e orecchie sapendo che alcuni dei nomi presenti qui sono del calibro di Albert Lee, Buddy Emmons, Steve Fishell, John Molo, Glen D. Hardin, Duane Eddy, Harry Stinson, Michael Rhodes, Mike Henderson e basta perdiana!..

Giusto per avere un’idea del suono, no?…E il suono è ovviamente brillante e i gran classe, il concetto di fondo dell’album disinvolto ma spietatamente sicuro e programmato per piacere ai più, anche e foto di copertina e le note di accompagnamento sono adeguate all’atmosfera generale: in sintesi un ottimo prodotto da parte di una piacevolissima realtà nel panorama country contemporaneo.


Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
Like A Country Boy
George McAnthony
Like A Country Boy
Crazy: The Demo Sessions
Willie Nelson
Crazy: The Demo Sessions
Tomorrow Never Comes
Sleepy Labeef
Tomorrow Never Comes

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy