Where Your Road Leads
Artista : Trisha Yearwood  
Label: MCA D-70023
Anno: 1998

Stile:
New Country
di Remo Ricaldone

Ottavo album per la grande cantante di Monticello, Georgia, e altra riuscita raccolta di brani attentamente scelti tra la produzione di importanti autori della scena di Nashville, e interpretati con l'ormai consueta maestria.

L'album, uscito nell'estate del 1998, è stato il suggello di un anno particolarmente felice e soddisfacente sotto il profilo commerciale nel quale la nostra artista si è aggiudicata l'ambito Country Music Association Award come migliore voce femminile.

Chi giá conosce ed apprezza Trisha Yearwood ritroverá inalterata la sua grande personalitá in un disco che ci porta attraverso country, rock e pop in una mistura sempre fresca ed accattivante.

Sia nelle ballate che nei brani piú ritmati Trisha riesce sempre ad essere convincente e a far sue le canzoni che interpreta, come solo i grandi interpreti sanno fare.

Where Your Road Leads ha come caratteristica principale una solida unitarietá sonora, mentre i testi sviscerano in maniera mai banale i vari aspetti dell'amore e dei rapporti interpersonali.

Estrapolando alcuni tra i momenti piú interessanti si possono citare la spumeggiante Powerful Thing con lo splendido violino di Stuart Duncan, uno dei momenti piú country del disco, la solare Wouldn't Any Woman con ottimi intrecci di chitarre acustiche ed elettriche e i controcanti di Kim Rickey, il singolo There Goes My Baby, l'intensa Bring Me All Your Lovin' composizione di Allison Moorer che risulta essere uno dei momenti piú emozionanti dell'album e la conclusiva title-track che vede la presenza di Garth Brooks.

Con il cantante dell'Oklahoma si è ormai instaurato un profondo legame artistico e le collaborazioni tra i due sono sempre di gran classe: da In Another's Eyes inserita nella raccolta antologica di Trisha Songbook a Wild As The Wind apparsa nel doppio CD live di Garth Double Live.

In definitiva il disco è l'opera di un'interprete ormai all'apice della maturitá vocale ed artistica, consigliato in particolare a chi ama le voci femminili, tra cui Trisha Yearwood è sicuramente una delle migliori, non solo per quanto riguarda la scena della country music di Nashville, ma in generale in tutto il panorama musicale statunitense. Se non la conoscete ancora, è ora di prestarle la meritata attenzione.


parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
What I Do The Best
John Michael Montgomery
What I Do The Best
It Would Be You
Gary Allan
It Would Be You
Roots, Country Rock
Jack Higginbotham
Roots, Country Rock

cookies policy