The Caution Horses
Artista : Cowboy Junkies  
Label: BMG PD 90450
Anno: 1990

Stile:
Alternative Country
di Roberto Caselli
Cowboy Junkies

The Caution Horses è il risultato della terza fatica discografica dei Cowboy Junkies, gruppo canadese emer­gente di new country. Il gruppo formato dai fratelli Timmins (Margo, Michael e Peter) e da Alan Anton ci presenta un album dolcissimo, ricco di sentimento e poesia: otto pezzi nuovi più due cover d'autore (Powder Finger di Neil Young e You Will Be Loved Again di Mary Margareth O'Hara, pure lei di Toronto).


Il disco propone testi particolarmente belli; i protagonisti delle canzoni dei Cowboy Junkies sono personaggi spesso inca­paci di uscire dalla prigione che loro stes­si si sono costruiti: amori impossibili o promesse troppo grandi per essere man­tenute conducono a situazioni apparen­temente senza uscita che diventano però meno drammatiche nel momento della risoluzione finale.


Non si tratta di un lieto fine, ma di un aggiustamento della situa­zione senza velleità di romanticismo, con una consapevolezza di rimpianto e l'accettazione del dolore.

Il testo di ogni pez­zo si presta ad un accompagnamento musicale particolare; ciò che cambia non è tanto la melodìa, che rimane costante­mente triste e nostalgica quanto gli stru­menti che la creano.


Al di là della continua presenza della fase ritmica (basso e batteria) si alterna­no con gusto e competenza armonica, chitarra, violino, mandolino, accordeon, dobro e steel guitar perfettamente amal­gamate in un'atmosfera di grande inten­sità lirica.


Ma il vero strumento onnipre­sente è la voce di Margo che costituisce il filo conduttore, l'amalgama dell'intero album.

La duttilità e la capacità interpre­tativa della sorellina danno corpo all'ani­ma del lavoro che viene assecondata dal resto del gruppo con molta attenzione.

Rispetto all'album precedente i Cowboy Junkies dimostrano più matu­rità, The Caution Horses è un disco lineare, ben congegnato e soprattutto ben prodotto.


Qualche ingenuità stru­mentale attribuita loro nei concerti dal vi­vo viene evidentemente perfettamente occultata in un prodotto professional­mente perfetto.




Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
A Tear In The Eye Is A Wound In The Heart
Black Prairie
A Tear In The Eye Is A Wound In The Heart
Out Of The Blue
Burns Sisters
Out Of The Blue
Going Driftless An Artist's Tribute To Greg Brown
A.A.V.V.
Going Driftless An Artist's Tribute To Greg Brown

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy