The Caution Horses
Artista : Cowboy Junkies  
Label: BMG PD 90450
Anno: 1990

Stile:
Alternative Country
di Roberto Caselli
Cowboy Junkies

The Caution Horses è il risultato della terza fatica discografica dei Cowboy Junkies, gruppo canadese emer­gente di new country. Il gruppo formato dai fratelli Timmins (Margo, Michael e Peter) e da Alan Anton ci presenta un album dolcissimo, ricco di sentimento e poesia: otto pezzi nuovi più due cover d'autore (Powder Finger di Neil Young e You Will Be Loved Again di Mary Margareth O'Hara, pure lei di Toronto).


Il disco propone testi particolarmente belli; i protagonisti delle canzoni dei Cowboy Junkies sono personaggi spesso inca­paci di uscire dalla prigione che loro stes­si si sono costruiti: amori impossibili o promesse troppo grandi per essere man­tenute conducono a situazioni apparen­temente senza uscita che diventano però meno drammatiche nel momento della risoluzione finale.


Non si tratta di un lieto fine, ma di un aggiustamento della situa­zione senza velleità di romanticismo, con una consapevolezza di rimpianto e l'accettazione del dolore.

Il testo di ogni pez­zo si presta ad un accompagnamento musicale particolare; ciò che cambia non è tanto la melodìa, che rimane costante­mente triste e nostalgica quanto gli stru­menti che la creano.


Al di là della continua presenza della fase ritmica (basso e batteria) si alterna­no con gusto e competenza armonica, chitarra, violino, mandolino, accordeon, dobro e steel guitar perfettamente amal­gamate in un'atmosfera di grande inten­sità lirica.


Ma il vero strumento onnipre­sente è la voce di Margo che costituisce il filo conduttore, l'amalgama dell'intero album.

La duttilità e la capacità interpre­tativa della sorellina danno corpo all'ani­ma del lavoro che viene assecondata dal resto del gruppo con molta attenzione.

Rispetto all'album precedente i Cowboy Junkies dimostrano più matu­rità, The Caution Horses è un disco lineare, ben congegnato e soprattutto ben prodotto.


Qualche ingenuità stru­mentale attribuita loro nei concerti dal vi­vo viene evidentemente perfettamente occultata in un prodotto professional­mente perfetto.




Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
Sweet Inspiration
Hollisters
Sweet Inspiration
Stranger Almanac
Whiskeytown
Stranger Almanac
Furnace Room Lullaby
Neko Case & Her Boyfriends
Furnace Room Lullaby

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy