Hony Tonk Angel
Artista : Patty Loveless  
Label: MCA MCAD 42223
Anno: 1989

Stili:
Traditional Country
New Country
di Ezio Guaitamacchi
Patty Loveless

Patty Loveless, cugina di Loretta Lynn (mitica star della country music, la cui storia ha ispirato la trama del film Coal Miner's Daughter con Sissy Spacek) scrive canzoni dall'età di 15 anni quando ancora si faceva chiamare Patty Ramey.


Dopo aver sposato il batterista Terry Lovelace, lasciò il coun­try per tentare l'avventura nell'oceano rock. La fortuna non fu dalla sua cosic­ché Patty fu costretta a fare un veloce 'dietrofront' per tornare alla musica delle radici.

Più a suo agio nel territorio pre­ferito, la Loveless è rapidamente ascesa ai vertici delle 'country charts' stabilen­dosi tra gli ospiti fissi del sempre popola­re Grand Ole Opry.


Honky Tonk Angel, suo ultimo elle-pi, conferma le qualità di questa cantan­te, la sua intelligente scelta musicale, il suo gusto estetico e l'impareggiabile sti­le vocale. In più, presenta almeno otto canzoni decisamente gradevoli che, non considerando un paio di scivoloni (If You Think e l'm On Your Side, brani stucchevoli e senza contenuto), fareb­bero di questo album una delle più belle produzioni country degli ultimi anni.


In particolare piacciono I Won't Gamble With Your Love, Chains e so­prattutto Timber l'm Falling In Love per le riuscite melodie, l'ottimo gusto nel combinare l'acustico con l'elettrico e per le eccellenti armonie vocali. A questo proposito è opportuno evidenziare la perfetta sinergia timbrica tra la voce di Patty e quella di Vince Gill, special guest dell'album, che in tutti e tre i brani citati aggiunge un colore intenso al suono generale.


La graziosa Patty mostra anche notevole grinta sia nel brano d'apertura Blue Side Of Town sia nella honky tonkeggiante Don't Toss Us Away confer­mando un'elasticità vocale che la pone ai vertici del 'Female singing' statunitense.

Tra i collaboratori più efficaci e meri­tevoli della creazione delle limpide sono­rità di questo album, una menzione as­soluta va allo straordinario 'mago' della Telecaster, Mr. Albert Lee.


La struttura musicale è quella clas­sica della country music che piace oggi, sempre in bilico fra tradizione e rock beat, tra suono originale e strumenta­zione elettronica.

Il sound pulito e l'eleganza della produzione fanno sì che l'album non sia solo 'just another good country record' ma bensì un lavoro intelligente da ascol­tare con attenzione anche se non si è appassionati del genere.

Un grande disco per un'artista da scoprire.


parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z
Rules Of The Road
Lee Kernaghan
Rules Of The Road
Tim McGraw And The Dancehall Doctors
Tim McGraw
Tim McGraw And The Dancehall Doctors
Forever True
Dead Men’s Hollow
Forever True

cookies policy