Gospel A Cappella
Il gospel è un’espressione artistica, un genere musicale che fa parte della cultura e tradizione degli afro-americani. Con il suo accostamento al rhythm’n’blues, al pop, al rock e al country, ha dimostrato di essere una musica al servizio del proprio messaggio, che non si pone quindi limiti stilistici. Il gospel classico, il più popolare nell’immaginario collettivo, è sicuramente quello di Mahalia Jackson e Sallie Martin - due vere e proprie icone della musica dei neri americani - ma anche del classico coro normalmente formato da cinque elementi, come quello dei famosi Soul Stirrers, Golden Gate Quartet, Swan Silvertones, Five Blind Boys of Alabama, Fairfield Four…

Lo stile vocale dei neri nel gospel ha notevolmente influenzato la musica dei bianchi, anche quella più tradizionale. Mentre in passato nel bluegrass si poteva ascoltare il gospel a quattro voci, solitamente cantato in ‘call and response’ , accompagnato da chitarra e mandolino o solo chitarra finger-picking, a partire dagli anni ’70 un sempre maggior numero di formazioni ha cominciato a proporlo escludendo completamente l’accompagnamento strumentale.

Oggi il gospel a-cappella è molto diffuso tra le formazioni bluegrass, in alcuni casi è stato raggiunto un livello che, se dal punto di vista emozionale continua probabilmente a rivelarsi meno coinvolgente rispetto al gospel interpretato dai neri, da quello puramente tecnico risulta invece essere superiore: armonizzazioni, intonazione, arrangiamenti assolutamente perfetti.
I dischi dei Mountain Heart, Doyle Lawson & Quicksilver, Ricky Skaggs, Nashville Bluegrass Band contengono canzoni la cui costruzione e interpretazione lasciano senza parole l’ascoltatore, particolarmente se le stesse sono ascoltate in concerto.
Torna indietro
Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy