New Traditionalist
Nella storia della musica country, particolarmente negli ultimi decenni, tradizione e innovazione si sono alternati in una maniera così regolare da sembrare cosa studiata a tavolino. E’ ormai costatato che, ciclicamente, gli appassionati di country moderno tendente al pop-rock devono, per un periodo più breve, ma tuttavia notevole rispetto a quello che ha visto primeggiare il loro moderno country, cedere il passo ai suoni più classici legati alla tradizione. Il passaggio del ‘testimone’ avviene quando il trend negativo di un genere raggiunge in discesa il trend positivo dell’altro in ascesa. Una sorta di ‘dissolvenza incrociata’.
Tanto più ci si sposta verso il pop, tanto più dall’altra parte cresce l’esigenza di ascoltare il ‘buon vecchio country’.

Questo è quanto successo nei primi ’80. Dopo venti abbondanti anni di Nashville sound, di countrypolitan e country pop, gli appassionati di country tradizionale non ce la facevano più. D’aiuto erano stati il Bakersfield sound – solo un lontano ricordo ormai – e il movimento degli outlaw. Ma quando intorno ai primi anni ’80 giunsero sulle scene artisti come Steve Earle, Judds, Patty Loveless, Dwight Yoakam, George Strait, Rickie Skaggs, Marty Stuart, Keith Whitley, O’Kanes e Randy Travis, questo plotone di giovani artisti venne salutato dagli appassionati dell’ honky tonk, del Bakersfield sound e del traditional country in generale come l’Esercito della Salvezza.

Alcuni di essi vennero assimilati dal new country (Marty Stuart, Randy Travis, George Strait, Judds, Patty Loveless), altri presero strade indipendenti (Steve Earle, Dwight Yoakam, O’Kanes), altri ancora dopo un periodo trascorso nel new country ri-scoprirono i suoni acustici e tradizionali (Rickie Skaggs, Patty Loveless).

I new traditionalist non hanno mai smesso di fare dischi nella loro maniera, ovvero con un occhio verso il passato e l’altro verso il futuro, e il numero degli artisti che si sono avvicinati a questo stile sono andati via via crescendo negli anni. Altri nomi giunti in seguito, assolutamente da sottolineare, sono quelli di BR549, Junior Brown, Dale Watson, Derailers, Hank Williams IIIrd, Big Sandy & His Fly-Rite Boys, Wayne Hancock, Heather Miles, Rosie Flores… Da notare che la scena dei new traditionalist, dagli anni ’90, pur non essendo legata ad una particolare zona degli Stati Uniti, ha trovato in special modo fertile e ricettiva l’area texana di Austin.
QUALCHE DISCO...
Hard 2 Love
Lee Brice
Hillbilly Heart
Red Rivers
Thunderstorms And Neon Signs
Wayne Hancock
Pure Country
George Strait
QUALCHE ARTISTA...
George Strait
Dwight Yoakam
Clint Black
Kevin Welch
Torna indietro
Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy