Country Jazz
E’ solo western swing il possibile risultato dell’incontro tra jazz e country? E’ il più probabile. Perché tra gli stili jazz quello che meglio si adatta, e non solo per ragioni ritmiche, al country, è sicuramente lo swing. Può però esserci dell’altro. Si pensi ad un’atmosfera notturna, morbida, creata da una band con fiati ma anche steel guitar, sulla quale si adagia la calda voce di un crooner che canta un brano lento, scelto dall’infinito repertorio della musica country… In questo caso, il jazz è ancora swing, ma in quanto al country, ci si immagina possa anche non essere ‘western’…

Dischi come quello registrato da Lyle Lovett con la sua Large Band, dove si ascolta un delizioso swing accostato al suo personale modo di interpretare il country, non è obbligatorio che vengano sistemati nello stesso scaffale dove sono riposti i vecchi LP ‘western swing’ di Bob Wills e Spade Cooley.

Abbiamo voluto aggiungere ‘country jazz’, country swing e swing acustico al più comune western swing perché riteniamo che negli ultimi anni, da quando il numero di dischi che propongono un amalgama di country e jazz è andato via via aumentando, vi siano delle differenze stilistiche degne di nota rispetto alla musica di Bob Wills, The King of Western Swing.
QUALCHE DISCO...
Honey On My Grave
Abbie Gardner
Heroes
Mark O'Connor
Red To Blue
Leon Redbone
Lyle Lovett And His Large Band
Lyle Lovett
Torna indietro
Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy