Urban Country
Il film Urban Cowboy, del 1979, popolarizzò un genere musicale che aveva cominciato a diffondersi in quel periodo e che, in qualche modo, funzionò da canale tra le correnti del Nashville sound, in fase di declino dopo oltre vent’anni dal suo lancio, e il movimento degli outlaws, artisti con un approccio sincero, schietto e con un forte amore verso i suoni del traditional country e honky tonk.
Quindi una musica che, ancora, aveva un evidente legame con il pop delle classifiche, ma che andava riscoprendo il buon vecchio country con, annesse, le sue classiche immagini e i suoi cliché.

Per qualche anno contribuì ad avvicinare ai suoni country gli abitanti delle città, dopo un lungo periodo che aveva visto, al contrario, il country adattarsi ai gusti della massa, allontanandosi quasi definitivamente dalle sue origini rurali.
Il film ebbe un successo tale da incoraggiare i produttori di Hollywood ad investire ancora sul tema, producendo in seguito altri lungometraggi come Honeysuckle Rose e Coal Miner’s Daughter e serie di telefilm come Dukes Of Hazzard.

Gli artisti più popolari legati al genere furono Dolly Parton, Oak Ridge Boys, Mickey Gilley, Barbara Mandrell, Johnny Lee, Kenny Rodgers, Alabama e Charlie Daniels Band.
Torna indietro
Segnala la pagina
parola:
dove:
A B C D E F G H I
J K L M N O P Q R
S T U V W X Y Z

design & powered in 2005 by Nora Pezzoli | cookies policy